Secondo anno di garanzia Mediaworld invalidato

Buongiorno a tutti,
mi sono iscritto a questo forum per condividere con voi la mia esperienza e per avere qualche opinione in più.
Vi spiego:
Ho acquistato un iPhone 6 64GB dalla catena Mediaworld di un centro commerciale a Torino. Specifico che nello stesso commerciale c’è anche un Genius Bar di Apple.
L’acquisto è stato effettuato ad ottobre 2015.
Domenica, mentre ascoltavamo della musica su Tim Music, il telefono si spegne di colpo e non ha più avuto intenzione di accendersi. Le ho provate di tutti i colori.
Lunedì prenoto l’appuntamento al Genius Bar del centro commerciale e ieri lo porto, spiegando la situazione. La ragazza lo porta in laboratorio e torna con un iPhone 6 nuovo di pacca. Mi ha spiegato che l’ha aperto, ha tolto e rimesso la batteria, ha fatto altri test, ma zero…il telefono non aveva intenzione di accendersi. Nel giro di 10 minuti ho il telefono nuovo.

La ragazza mi ha inoltre avvisato che, come tutti sapete immagino, nel il primo anno posso scegliere se portare in assistenza il telefono direttamente da Apple, o volendo da Mediaworld. Mentre il secondo anno sono obbligato a portarlo da Mediaworld.
A questo punto mi viene il dubbio…e per scrupolo le chiedo: “ma visto che nello scontrino c’è scritto (a penna) l’IMEI del cellulare che stasera distruggerete, se fra un anno avrò un problema, dici che Mediaworld mi fa storie dicendo che giustamente (forse) l’IMEI del telefono che sto portando in riparazione è diverso da quello specificato (ripeto a penna) sullo scontrino?”.
Perché effettivamente il nuovo telefono ha un IMEI nuovo ed è differente da quello specificato in scontrino.
La ragazza mi risponde dicendo che nella mia mail troverò la pratica di cambio IMEI e che volendo posso salire su da Mediaworld e chiedere, così che se hanno una sorta di pratica del mio telefono, ci allegano questo documento.

A questo punto ringrazio, salgo su da Mediaworld e chiedo.
Il ragazzo subito mi ferma, sgrana gli occhi, e mi dice: “non dovevi portarlo da loro…ora il secondo anno di garanzia è invalidato”.

Io ovviamente ci rimango di sasso. Chiedo spiegazioni, specifico che non c’è scritto da nessuna parte questa cosa e che al momento dell’acquisto non mi era stata indicata. Lui chiama (non so chi) per chiedere, ma come riscontro ha solo la conferma di ciò che dice…e cioè che con un telefono con un IMEI diverso, non lo prenderanno eventualmente in garanzia durante il secondo anno.
Su questo è stato parecchio irremovibile…ho cercato di insistere un po’, anche dicendo che io ho una mail che Apple certifica il passaggio di IMEI, ma ha risposto dicendo che questo documento non deve passare da terzi, ma devono essere Mediaworld ed Apple gli unici due interlocutori.
Insomma, non c’è stato nulla da fare…l’unica cosa che avrei potuto fare, per mantenere il secondo anno di garanzia, era portare il telefono da loro e farlo mandare in assistenza da loro (30 giorni un mese :cursing: )

A quel punto le alternative erano:

  1. attaccarmi al telefono e chiamare il numero nazionale di Mediaworld e farmi “passare” la cosa del cambio IMEI
  2. tornare in Apple, chiedere di farmi ridare il telefono; tornare da Mediaworld e mandarlo in assistenza da loro

Il telefono è mio, ma lo usa la mia fidanzata. Lei non voleva problemi e seccature se dovesse accadere qualcosa e di conseguenza ha deciso di optare per la seconda scelta…ed è ciò che ho fatto.

In sostanza, se acquisto Melafonino da Mediaworld, non potrò mai godere della (eccellentissima) assistenza Apple, per il primo anno, se il difetto comporta la sostituzione totale del telefono.

Ora che vi ho annoiato abbastanza, voi che ne pensate?
Vi è mai capitata una cosa simile? E’ corretta?
Ed ora che il telefono verrà inviato ad Apple da Mediaworld, secondo voi (ma me lo auguro vivamente), verrà sostituito così come è stato fatto in prima battuta o verrà riparato o peggio ancora mi faranno “storie” e non lo ripareranno? (ok non avete la palla magica, ma vi prego, rassicuratemi…)

mmmmm a me risulta sempre che il primo anno spetta alla casa madre e il 2o al rivenditore. ma vedi altre conferme

Ciao,
La politica mediaworld non è mai stata cosi.
La legge che regolamenta il secondo anno di garanzia, autorizza il venditore ad utilizzare questa particolarità… non esplicitamente, ma di fatto, non lo vieta.

Il tutto, ovviamente, DEVE essere dichiarato nella loro carta dei servizi, disponibile su loro sito ed in tutti i negozi.
Se tale voce non è riportata o se è stata riportata dopo il tuo acquisto, Non hanno NESSUN diritto di operare in questo modo.

Il testo di legge di garanzia europea, dichiara esplicitamente che in assenza di determinate puntualizzazioni, l’utente potrà rivolgersi direttamente all’assistenza ufficiale NEL PRIMO ANNO DI GARANZIA ed esclusivamente da MEDIAWORLD nel secondo anno di garanzia.

Ti consiglio quindi di informarti meglio in riferimento alla loro CARTA DEI SERVIZI, sopratutto in materia degli apparecchi Apple.
In caso di assenza, non posso assolutamente invalidarti la garanzia.

Puoi sempre chiamare, o meglio scrivere, in sede MediaMarket a Curno (BG), al reparto specifico, informando del pessimo comportamento del “tale” punto vendita.

Aggiunta… ho cercato per te…

https://www.mediaworld.it/mw/mediaworld-it/informazioni/garanzia-legale
https://www.mediaworld.it/wcsstore/MediaworldIT/Attachment/pdf/A4_BV_Gar_leg_nov2015_HiRes.pdf

In particolare, nel secondo link viene riportato quanto segue:
… e se il Cliente decide di portare il prodotto direttamente al CAT?
Qualora ne ravvisi la convenienza, il Cliente può decidere di far valere la Garanzia del Produttore portando il prodotto direttamente al C.A.T. A maggior tutela dei propri Clienti, Media World ha informato i Produttori e i loro Centri di Assistenza Tecnica autorizzati che, se venisse riscontrato un difetto di conformità del prodotto coperto da Garanzia Legale e la Garanzia del Produttore non fosse operante, tutte le spese relative all’eventuale riparazione o sostituzione dovranno essere addebitate a Media World a fronte
dell’invio alla stessa:
• del referto del C.A.T. che attesti l’esistenza del difetto di conformità;
• della fattura del C.A.T. a Media World relativa ai costi di riparazione/sostituzione;
• della relativa prova d’acquisto del prodotto presso Media World.

Come si suol dire, carta canta… quindi poche storie… torna la e fai valere i tuoi diritti.
La parte in grassetto è chiara. Tu hai la carta che specifica l’esistenza del difetto di conformità e che è stato necessario SOSTITUIRE il prodotto.

Vorrei confermare ciò che ha detto JD. La garanzia del produttore è un’aggiunta alla garanzia del venditore. La Apple di per se non è obbligata a fornire la garanzia a te che sei cliente Mediaworld (è obbligata a fornirla a Mediaworld - discorso diverso ma non centra). Ma la Apple lo fa come politica aziendale quindi per te il primo anno è libera la scelta di andare da loro o da Mediaworld (scelta che alla fine di solito dipende se si ha un Apple store vicino o no).
NON sei andato da un rivenditore a caso non autorizzato, ma dal produttore. Hai una ricevuta che attesta il tutto.
La legge (codice di consumo) indica che la garanzia è di 2 anni, in questo caso in capo a Mediaworld. La riparazione e la sostituzione sono rimedi autorizzati entrambi ( la legge lascia la scelta al venditore di adottare quella meno onerosa). Quindi anche qui sei a posto. Te scrivi con molta scioltezza alla sede centrale di Mediaworld e ti fai attestare il secondo anno di garanzia. Altrimenti vai da un’associazione dei consumatori o almeno minaccia di andarci.
Questi ci provano… non farti ingannare.

Grazie a tutti per le risposte.
JD, mi son letto i due link.
Effettivamente questa parte parla chiaro:
… e se il Cliente decide di portare il prodotto direttamente al CAT?
Qualora ne ravvisi la convenienza, il Cliente può decidere di far valere la Garanzia del Produttore portando il prodotto
direttamente al C.A.T.

Il discorso che fanno loro e che solo in parte capisco è che se fra un anno tornassi da loro con il telefono sostituito (e quindi con un altro IMEI), mi rifiuterebbero l’assistenza in quanto appunto l’IMEI è differente (nonostante io sia in possesso di una mail di Apple che conferma la sostituzione).
E’ un po’ come se io andassi con il mio scontrino e l’iphone identico al mio di un’altra persona.
Da un lato li capisco…ma dall’altro no, perché, ripeto, sono in possesso di una mail di Apple stessa dove dice:

Dati prodotto
Stato della garanzia: In Warranty(LP)
Modello: IPHONE 6
Data di acquisto: 24-ott-15
IMEI: 359**4
Numero di serie: F7
R

Diagnosi/descrizione problema
Note Autorizzazione a procedere
Problema: Il cliente viene in negozio con iPhone che non si accende
Passaggi per riprodurre il problema: Verificato visivamente, non passa corrente
Condizioni estetiche: Ottime non ci sono danni accidentali
Soluzione proposta: Cambio intera unità in garanzia

Preventivo di riparazione
bla bla bla
Descrizione: iPhone 6, MM-TD, 64GB, Space Gray
Sostituzione del numero di serie: FN*********R

Come potete vedere, questa mail attesta il cambio seriale…da seriale “X” a seriale “Y”.

Ma per loro questa è carta straccia…

ho approvato il tuo messaggi finito in moderazione :wink: beh la mail di apple vale proprio per dare prova concreta che quel dispositivo sostitutivo rappresenta quello precedente

La mail di Apple, è di fatto il documento ufficiale di avvenuta sostituzione per evidente difetto di conformità.
Essendo un terminale radiomobile, la sostituzione obbliga al cambio seriale e cambio IMEI.

È, comunque, possibile imporre al consumatore di passare dal venditore anche nel primo anno, proprio perché il testo di legge non è, in questa materia, completo.
Vodafone, ad esempio, per i terminali presi tramite contratto dove essa si pone quindi come venditore, impone i 2 anni tramite Vodafone, pena la perdita del diritto di garanzia… Tutto quanto riportato in fase di acquisto, sul contratto.

Tra l’altro il terminale che Apple ti aveva dato è un rigenerato, non un nuovo, altro motivo che dà a mw la possibilità di provare a negarti assistenza secondo me, anche se abusivamente. In ogni caso Perdonami ma mi pare che tu ti stia preoccupando fasciandoti la testa prima di essertela rotta. Io mi porrei il problema al momento del bisogno, non prima. Magari non avrai neanche problemi e ti sarai arrabattato per nulla.

Ciò che dici è vero e come avete potuto leggere, c’è proprio indicato il numero seriale del nuovo telefono in sostituzione del vecchio. Tra l’altro la scatola non me l’hanno cambiata…e lì c’è ovviamente specificato il seriale del vecchio. Più di così…però loro sono stati irremovibili.
Oggi se riesco provo a fare qualche telefonata…

Questo è chiaro, ma la “rabbia” non mi viene pensando che potrebbe esserci nuovamente un problema. Ho fatto tutto sto trigo proprio per stare tranquillo anche il secondo anno. La “rabbia” mi viene quando penso che devo aspettare 1 mese per una cosa che ho (già) risolto in 15 minuti.
E per fortuna che ho ancora il vecchio Nexus 5, così che posso darglielo e lei può andare avanti con quello…ma se non avessi avuto altri telefoni? E’ un danno a tutti gli effetti…
Comunque la ragazza del Genius Bar mi ha assicurato che è nuovo e non rigenerato. Mi ha detto il motivo, ma c’era un po’ di chiasso e non ho capito se ha detto che di iPhone 6 rigenerati non ce ne sono ancora o non ce ne sono più (o comunque loro come punto vendita non ne hanno più).
Poi se mi ha raccontato una balla, non lo so…però mi ha proprio detto che è nuovo.